Fotoritocco

Ombre e

Quando la destinazione finale di una foto è il web, poco importa come è fatta l’ombra. Ma se la destinazione finale è la stampa off-set, quindi parliamo di destinazione CMYK, l’ombra dovrebbe avere una caratteristica fondamentale: Essere presente solo nel canale del nero. Prenderemo a prestito la foto dell’articolo “Ombre perfette”.

Convertite la foto in quadricromia. Se non siete pratici del procedimento chiedete consiglio alla tipografia sperando che loro lo siano, purtroppo non è sempre così. Oppure lasciate fare direttamente a loro. Non basta cliccare su immagine/metodo/cmyk, se i colori della foto in RGB sono fuori gamut otterreste un risultato catastrofico. E qui bisogna distinguere se la destinazione è una catalogo di moda o il libretto della sagra. Nel secondo caso io stesso ho commesso innumerevoli misfatti e senza rimorso.

Dopo aver convertito in CMYK, andate su immagine/regolazioni/miscelatore canale e impostate il valore 100 a zero sui canali CMY. Selezionate solo il canale nero dalla palette canali per iniettare percentuali a vostro piacere degli altri canali e regolare l’intensità della vostra ombra.

Perchè questo passaggio è così importante?

L’ombra presente solo sul nero impedisce eventuali variazioni cromatiche provocate dagli altri 3 inchiostri, mantenendola perfettamente neutra in fase di stampa. Sembra una stupidaggine ma vedere ad esempio due sedie affiancate una con l’ombra perfettamente neutra e una con l’ombra magari leggermente magenta rende il lavoro stampato passibile di contestazione.  In quei casi se anche lo stampatore non si accorge del problema resta da sperare che non se ne accorga neanche il cliente. 

Notate lo slider “constant”. Nel caso di quest’ombra serve solo a dare una sfumatura più o meno graduale e non è necessario usarlo. Infatti la sfumatura dovrebbe già esserlo. Verificate la presenza dell’ombra nel nero e la mancanza dell’ombra nei 3 canali. Tutta questa operazione rischia di rimuovere le ombre di contatto se non dosata bene. Quindi attenzione.

Finito.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *